I Principi Vincenziani

I PRINCIPI VINCENZIANI

 

La carità Vincenziana non ha nessuna pretesa di voler primeggiare e distinguersi sulle altre.

Vuole essere una carità “evangelica” e basta.

Il suo ideale è Gesù Cristo, come lo era per Vincenzo de Paoli, il quale si domandava continuamente: che cosa farebbe in questo momento Gesù Cristo?

Guardando a Gesù che si dona continuamente a noi, il volontariato vincenziano deve ispirarsi ad un senso di:
Altruismo: pensando agli altri, dimenticando se stessi, vincendo l’egoismo e superando ogni ripiegamento su se stessi;
Servizio, che deve caratterizzare tutta la sua vita; un atteggiamento oblativo che mette a disposizione se stessa e le sue cose, senza chiedere nulla;
Generosità, che non mette limite ne condizioni…

Il Volontariato vincenziano è un ideale che si colora sempre di nuove sfumature e si dimostra sempre creativo e originale.
(Decalogo della Volontaria Vincenziana – P. Giuseppe Menichelli pag. 9).